Nuovo attacco terroristico a Parigi. L’ISIS rivendica

Nuovo attentato a Parigi ieri sera alle 20:53. 

Un uomo ha aperto il fuoco sugli Champs Elysees con un Kalashnikov.  Ucciso un agente e due sono rimasti gravemente feriti.

A quanto si è appreso, il killer è sceso dall’auto e ha sparato agli agenti. In seguito è scappato a piedi ed è stato ucciso. Per i media si tratterebbe di Youssef El Osri, conosciuto ai servizi segreti in quanto radicalizzato, ma il libretto di circolazione dell’auto appartiene ad un’altra persona. Si capirà di più dalle analisi delle impronte digitali.

Tutta la zona è stata subito presidiata dalle forze speciali. Chiuse le stazioni della metropolitana vicine al luogo interessato.

Nella notte l’attentato è stato rivendicato dall’ISIS attraverso un comunicato pubblicato dall’agenzia Amaq.

Hollande ha annullato la visita di questa mattina in Bretagna e, al suo posto, ha convocato un Consiglio di difesa. “Viene fatto di tutto – ha dichiarato il presidente – perché la mobilitazione delle nostre forze di sicurezza, dei poliziotti, dei gendarmi, dei militari sia al più alto livello nelle circostanze che noi sappiamo, come avviene da molti mesi”.

Intanto, nel corso della mattinata si è appreso che la campagna elettorale è stata sospesa.

L.S.