Eco di un’antica storia

Prosegue il percorso letterario del Centro di cultura-Gruppo di operatori dell’Università Cattolica, dedicato a Umberto Eco e al medioevo alessandrino. 

Dopo il seminario introduttivo, intitolato “Con Umberto Eco alla scoperta dell’Alessandria medievale”, tenutosi lo scorso 21 febbraio, giovedì prossimo, 27 aprile alle 21.00 presso l’Auditorium San Baudolino (via Bonardi 3), andrà in scena per la prima volta lo spettacolo “Eco di un’antica storia”, promosso insieme alla Compagnia filodrammatica “Teatro Insieme”, con il sostegno del Centro Servizi Volontariato Asti e Alessandria. 

Lo spettacolo è un atto unico scritto da Maria Fongi Boccone ed è realizzato con la regia di Silvestro Castellana. La sceneggiatura è liberamente ispirata ai capitoli del romanzo di Umberto Eco “Baudolino” che ripercorrono le origini della città di Alessandria, a metà tra storia e leggenda, riprendendo anche le vicende dell’assedio di Federico Barbarossa e dell’astuto Gagliaudo.
Ricorre nel 2017 il decimo anno dei percorsi letterari, appuntamento diventato ormai una consuetudine per molti soci, amici e simpatizzanti del Centro di cultura-Gruppo di operatori dell’Università Cattolica, un’associazione culturale attiva nella nostra città da ormai quasi un cinquantennio. Ogni anno il percorso propone vari momenti di approfondimento, concentrandosi su un autore e su alcune opere, nonché una visita a luoghi significativi per la sua biografia. Si iniziò nel 2008 con un percorso dedicato al romanzo “I Promessi Sposi” di Alessandro Manzoni, culminato con la visita ai luoghi dell’idillio di Renzo e Lucia, a Lecco e dintorni. Hanno fatto seguito itinerari sulle orme di Clemente Rebora (Domodossola e Stresa), David Maria Turoldo (Sotto il Monte), Guido Gozzano (Aglié), Cesare Pavese (Santo Stefano Belbo), Giovannino Guareschi (Roncole Verdi e Brescello), Primo Mazzolari (Bozzolo), Italo Calvino (Sanremo).

Il percorso di quest’anno si è concentrato su un determinato periodo storico, quello del Medioevo, che è stato particolarmente importante per il lavoro di ricerca e scrittura di Umberto Eco. Inoltre si è voluto dare speciale attenzione ai luoghi di Alessandria e dintorni, ai quali il grande romanziere e semiologo era legato per ricordi e affetto e che hanno ispirato alcuni scritti.

Anche quest’anno, come di consueto, il percorso terminerà con un’escursione, il prossimo 14 maggio. L’itinerario comprenderà alcuni luoghi significativi del Medioevo tra il basso alessandrino e l’Appenino Ligure, compresa l’abbazia di Tiglieto che, come quella descritta nel celebre romanzo “Il nome della rosa” sorge «lungo il dorsale appenninico, tra Piemonte e Liguria». Nel percorso (partenza ore 7.30 da Piazza Divina Provvidenza, rientro previsto ore 18.30) sono previste tappe anche a Campo Ligure e al Ricetto di Lerma. Per informazioni e iscrizioni (sono ancora disponibili alcuni posti sul pullman), si prega di scrivere all’indirizzo email segreteria@gocalessandria.it oppure telefonare al numero 329.4420315.